Corso Orchestra ormonale

Corso Orchestra ormonale

CORSO AVANZATO16-17 Maggio 2020

Docente : Prof. A. Revenko

Prerequisiti : Corso Base

Hotel Best Western Blaise & Francis

Via Butti, 9, 20158 Milano

Vai al sito dell'Hotel

Orario

Sabato 9am - 18pm


Domenica 9am - 18pm

Corso Scelta 2 Livello

Corso Scelta 2 Livello

CORSO AVANZATO15 Maggio 2020

Docente : Prof. A. Revenko

Prerequisiti : Corso Base

Hotel Best Western Blaise & Francis

Via Butti, 9, 20158 Milano

Vai al sito dell'Hotel

Orario

Venerdi 9am - 18pm


icon_risultati

Galleria Corso Liv 4 12-13 Aprile 2018

icon_risultati

Galleria Corso Diag 5 14-15 Aprile 2018

icon_risultati

Gallery_2017_1Liv_Aprile

Gallery_2017_4Liv_Marzo

100_0622 (2)

Chi usa il dispositivo

DSC03029 (2)

Al giorno d’oggi gli utenti di SCENAR in Russia

sono dottori e personale medico di più di 30 specialità, comprese la neurologia, i terapisti di differenti specialità di chirurgia, traumatologia, ginecologia, ostetricia, otorinolaringologia, odontologia, medicina dello sport, fisioterapia, rianimazione ed altro.

Oltre ai dispositivi professionali furono progettati e realizzati dispositivi "User Home" che potevano essere utilizzati da persone prive di nozioni di medicina ed essere collocati e usati nei traghetti, nelle navi, sugli aeroplani, in auto e così via.

In Europa, i dispositivi RitmScenar Ritmedic sono gli unici dispositivi Scenar sul mercato UE che sono conformi alle normative CE e alla direttiva 93/42/CEE dell’Unione Europea sui Dispositivi Medici (MDD) ovvero alla direttiva 93/42/CEE del Consiglio per i dispositivi medici di classe IIA. Questo MDD è stata integralmente recepita negli ordinamenti dei paesi dell’UE e dell’EFTA.

Per l’utente privato, nella maggior parte dei paesi, l’uso di dispositivi medici elettrici non è consentito senza “attestato di frequenza” della formazione minima. Per il professionista sanitario, senza l’adeguata formazione, l’utilizzo di tali dispositivi medici sui pazienti è considerato come un illecito nella pratica medica e può portare ad una multa ed alla sospensione dell’abilitazione all’esercizio professionale.

Resta inteso

che, l’utilizzo del dispositivo su terze persone, è legato alla figura professionale che ne abilita la possibilità applicativa in termini di legge. L’utilizzo improprio del dispositivo su terze persone, da parte di figure non abilitate professionalmente, è diretta responsabilità dell’operatore stesso.

E’ questo il motivo per cui lo scopo principale dell’elettroterapia è far sì che venga attivata la quantità maggiore di tessuto nervoso per il tramite dell’attivazione delle fibre C peptidergiche (che producono neuropeptidi), per avere come risultato il rilascio di una dose efficace di neuropeptidi, che sono necessari per aver ragione dei disturbi presenti nell’organismo. Tale scopo può essere raggiunto solo fino ad un determinato livello con l’ausilio dei metodi convenzionali di elettroterapia:

– in seguito al carattere non fisiologico dei loro impulsi, per forma e durata, si ottiene principalmente una attivazione delle fibre A spesse, mentre è praticamente impossibile attivare le fibre C estremamente sottili senza il rischio di danneggiare il resto del tessuto.
– il processo di assuefazione dell’organismo a simili impulsi ha come effetto, in tempi relativamente rapidi, una diminuzione dei loro effetti terapeutici.

DSC06354 (2)

Indicazioni ed effetti

L’applicazione di SCENAR

è indicata per il trattamento delle seguenti malattie, ad ogni stadio.

Gli effetti sono stati studiati e confermati con ulteriori metodologie di ricerca (ECG, REG, EEG, raggi X, TAC, iridodiagnostica ad ultrasuoni, indagini biochimiche, indagini elettro-informative, diagnostica agopunturistica computerizzata – Nakatani, Voll, diagnostica auricolare).

Indicazioni:

Sistema nervoso (varie malattie della colonna vertebrale con disordini secondari dell’attività nervosa, disordini statici e dinamici della colonna vertebrale, deformazione della colonna spinale, radicoliti, nevriti, collassi e loro conseguenze, malattie del sistema nervoso vegetativo ecc.).

Sistema muscolo-scheletrico (miositi, artriti, artrosi, tumefazioni del tessuto molle, fratture nei differenti stadi del processo).

Sistema respiratorio (tracheiti, bronchiti, infezioni virali, polmoniti, pleuriti, asma bronchiale).

Sistema cardio-vascolare(angina, ipertonia, ipotonia, varie forme di aritmia), vasi sanguigni delle estremità (endoarteriti, vene varicose, disturbi microcircolatori, ulcere trofiche).

Sistema digestivo (gastriti, enteriti, coliti, colecistiti, epatiti).

Sistema genitale ed urinario (pielonefriti, cistiti, disturbi del ciclo, annessite, infertilità, tossicosi in gravidanza).

Malattie dei denti e della cavità orale (periodontosi, periodontiti, arresto delle infiammazioni e complicazioni dopo il trattamento di pulpiti e periodontiti, arresto di dolore cronico).
Altre condizioni patologiche e loro combinazioni.

Effetti:

Miglioramento considerevole dello stato generale con un aumento della capacità adattativa dell’organismo; Ripristino della normalità nelle funzioni disturbate; Accelerazioni e rallentamento durante le manifestazioni di processi patologici;

Antidolorifico; Antiinfiammatorio; Antiallergico; Antigonfiore;

Normalizzazione delle funzioni vascolari e sanguigne; Risposta endocrina ed immunitaria dell’organismo; Normalizzazione dei processi metabolici.

Controindicazioni

Gravidanza; Pacemaker o altro impianto elettrico; Individuale intolleranza (ipersensibilità);

Severe malattie mentali;
Malattie infettive acute di origine oscura;

Aprile 14/15 – DIAG 5 – Milano



[fancy_list style=”comment_list” ]

  • Docente : Prof. A.Revenko
  • Programma: DIAG- 5
  • Luogo: [fancy_link target=”blank” link=”http://www.hotelaccademiamilano.com” variation=”orange”]Hotel Accademia[/fancy_link] Viale Certosa 68, Milano.

[/fancy_list]

[bestwebsoft_contact_form]

Aprile 12/13 – 4° Livello – Milano



[fancy_list style=”comment_list” ]

  • Docente : Dr. Galina Subbotina
  • Programma: [fancy_link link=”http://www.scenaracademy.it/?post_type=portfolio&p=664″ variation=”orange”]4° Livello[/fancy_link]
  • Luogo: [fancy_link target=”blank” link=”http://www.hotelaccademiamilano.com” variation=”orange”]Hotel Accademia[/fancy_link] Viale Certosa 68, Milano.

[/fancy_list]

[bestwebsoft_contact_form]

Marzo 23/24/25 – 1° e 2° Livello – Milano



[fancy_list style=”comment_list” ]

  • Docente : Massimo Soffientini
  • Programma: [fancy_link link=”http://www.scenaracademy.it/?post_type=portfolio&p=413″ variation=”orange”]Livello 1 – 2[/fancy_link]
  • Luogo: [fancy_link target=”blank” link=”http://www.hotelaccademiamilano.com” variation=”orange”]Hotel Accademia[/fancy_link] Viale Certosa 68 , Milano.

[/fancy_list]

DSC05927 (2)

La terapia

DSC06389 (2)

Sappiamo che la pelle umana

e gli organi interni sono strettamente connessi attraverso il sistema nervoso.

Questa connessione esiste fin dal primo stadio dell’embriogenesi, perché tanto il sistema nervoso che la pelle si creano dallo stesso foglietto embrionale, l’ectoderma. A loro volta i rami dei nervi sono collegati a tutti gli organi interni.

E’ risaputo che a causa di queste connessioni il sistema nervoso esercita un ruolo importante nella regolazione delle attività e degli stati degli organi interni. Per le ragioni sopra menzionate è possibile regolare lo stato degli organi interni attraverso la pelle. I dispositivi SCENAR sono usati per stimolare la pelle in quei punti che porteranno alla specifica regolazione degli organi interni, per esempio per trattare le malattie.

E’ necessario sottolineare che la regolazione degli organi interni attraverso la pelle è solo uno degli effetti importanti del processo di trattamento. Ci sono altri aspetti, uno dei quali è la regolazione umorale. Durante la sua applicazione sulla pelle, SCENAR va ad agire sulle fibre C del sistema nervoso. Come risultato i canali delle fibre C si aprono con facilità e da queste fibre vengono secrete e rilasciate grandi quantità di neuropeptidi, come le endorfine. Questi neuropeptidi si espandono in tutto il corpo con rapidità e noi sappiamo che i neuropeptidi sono la medicina naturale per tutti i processi patologici nel corpo umano.

Un altro importante effetto

della terapia SCENAR è da ritrovarsi nell’efficacia dell’allenamento delle reazioni adattative (Garkawi, Kwakina). Le reazioni adattative sono reazioni uniche, non specifiche del corpo ovvero un qualsiasi tipo di stimolo che possa andare ad affliggere la salute. Quando le reazioni adattative sono ben allenate il corpo può guarirsi da solo e prevenire lo sviluppo di un’ampia varietà di malattie.

Quando è in funzione SCENAR opera sul principio del feedback biologico del biofeedback. Il sistema è la misurazione delle attività delle varie aree cutanee. Grazie a ciò siamo in grado di trovare i posti giusti per il trattamento e di definire i parametri specifici per il trattamento stesso. I dispositivi SCENAR originali ed i protocolli di trattamento sono stati progettati e vengono prodotti ed insegnati su licenza degli inventori: J. Grinberg, J. Gorfinkel, A. Karasjev e A. Revenko.

IMG_0842 (2)

La tecnologia

P1060762 (2)

Numerose caratteristiche dello SCENAR

spiegano per qual motivo questa tecnologia medica energetico-informativa non invasiva, volta all’attivazione dell’organismo umano per il tramite della preservazione e dello stimolo delle sue capacità adattative, sia riconosciuta come l’elettroterapia ideale da parte di un numero sempre maggiore di specialisti in tutto il mondo.

Con lo sviluppo dell’elettroterapia e dell’agopuntura come forma moderna dell’agopuntura orientale classica, è diventato chiaro il fatto che per l’efficacia della correzione dei mutamenti patologici nell’organismo umano sono necessarie azioni elettriche che siano adeguate all’attività bioelettrica naturale, ovvero una corrente elettrica i cui parametri siano simili ai segnali di regolazione bioelettrica endogeni.

SCENAR genera proprio questi impulsi elettrici bipolari ad alta ampiezza, non dannosi per forma e per durata, che ricordano le bio-correnti fisiologiche.

Grazie alle uniche caratteristiche fisiche del segnale SCENAR, la probabilità di attivare le sottili fibre C peptidergiche è incomparabilmente maggiore a quella degli altri metodi di elettroterapia. In questo modo, senza andare ad arrecare disturbo alle funzioni cellulari si attiva la maggior quantità possibile di tessuto nervoso, risultato necessario per il raggiungimento della risposta adattativa ottimale da parte dell’organismo del paziente.

Per ottenere la massima efficacia terapeutica

è necessario che l’azione elettrica cambi i propri parametri automaticamente conformemente alle reazioni che ha indotto nell’organismo. Un tale coordinamento dinamico dei parametri dell’influsso e delle condizioni dell’organismo può essere ottenuto solo in presenza di un feedback biologico informativo costante.

SCENAR è il primo dispositivo elettroterapeutico al mondo che lavori sul principio di un feedback biologico tra il dispositivo ed il corpo realmente in grado di interpretare.

Leggendo il continuo cambio dell’impedenza della pelle (derivante dall’azione elettrica), SCENAR modula costantemente forma e potenza dei suoi segnali. Durante il processo terapeutico ogni segnale del dispositivo controlla l’attività del corpo ed allo stesso tempo viene controllato dalle condizioni costantemente mutanti dell’organismo. Ne risulta che ogni segnale è differente da quello precedente, il che impedisce lo sviluppo di una assuefazione all’azione prima che l’organismo abbia generato le quantità sufficienti di neuropeptidi, necessari per aver ragione del processo patologico e per ripristinare l’omeostasi.

Una lunga esperienza pratica

ci ha mostrato che l’effetto terapeutico ottimale può essere ottenuto in presenza della variabilità massima del segnale attivo durante la procedura terapeutica. Un cambiamento nella forma del segnale (collegato ai cambiamenti dell’impedenza cutanea) può essere osservato solo fino ad un certo punto. Nella tecnologia SCENAR (di nuovo per la prima volta al mondo), il metodo dell’influsso individualmente dosato viene attuato usando come criterio principale l’assenza di ulteriori dinamiche per la complessa impedenza della pelle (ovvero la stabilizzazione dei parametri elettro-fisiologici della pelle e come risultato di questo, grazie alla presenza del feedback biologico, la stabilizzazione dei parametri del segnale di attività). Il regime misurato a livello individuale praticamente esclude la possibilità di un superdosaggio e lo sviluppo di effetti collaterali nocivi.

La tecnologia SCENAR si basa sul concetto che la dose minima necessaria per l’ottenimento del risultato desiderato è quella ottimale. L’enfasi viene posta sulla componente informativa piuttosto che su quella energetica dell’azione elettroterapeutica.

A parte le caratteristiche uniche del segnale attivo e la presenza del feedback biologico, l’efficacia considerevolmente maggiore di SCENAR rispetto alle metodologie comuni dell’elettroterapia è dovuta al fatto che SCENAR può effettuare la propria diagnosi durante lo stesso processo terapeutico, il che consente la valutazione dell’efficacia della procedura e la sua ottimizzazione.

La diagnosi di SCENAR può essere effettuata tanto dallo specialista SCENAR seguendo regole precise che, in modo completamente automatico, da parte delle apparecchiature elettroniche del dispositivo nel regime di lavoro a misurazione individuale.

Attraverso la diagnosi di SCENAR

vengono definiti in modo molto preciso i punti e le zone ottimali per l’influsso sulla pelle, punti assolutamente propri per ciascun singolo paziente, in ogni particolare condizione, ma anche tipo e durata dell’azione su ciascun singolo punto. Questo porta al rilascio accelerato di una dose efficace di neuropeptidi e, conseguentemente, alla velocizzazione del processo di guarigione.

Molto spesso le zone ottimali coincidono con i punti ed i meridiani biologicamente attivi, ben noti dalle metodologie classiche della medicina orientale. In questo modo, SCENAR, combina ad un notevole livello i meccanismi dell’azione della fisioterapia e della riflessologia. SCENAR può avere effetti curativi non solo in tutti i casi in cui è stato applicato con successo nelle metodologie elettro-fisioterapeutiche, ma anche in molte altre condizioni patologiche dell’organismo umano, un qualcosa di proprio ai metodi classici della riflessologia, dell’agopuntura, dei massaggi zonali a contatto, SuJock, ecc., la cui efficacia è provata da lungo tempo. Ciò che gli inventori russi di SCENAR hanno raggiunto è la possibilità di attivare i processi di autoregolazione e di autoripristino dell’organismo per il tramite della stimolazione delle fibre C sottili del sistema nervoso, il che permette di guardare allo SCENAR come ad un generatore estremamente efficace di neuropeptidi regolatori.

In modo totalmente naturale e delicato SCENAR aiuta il corpo umano a correggere ed a completare il proprio programma di autoripristino, stimolando il rilascio della propria “farmacia interna” (i neuropeptidi), e fornendo all’organismo la libertà di scelta per sostanze curative necessarie.

Tutto questo rende il processo terapeutico fisiologico al massimo e spiega l’assenza di complicazioni, di effetti collaterali negativi e di controindicazioni assolute; spiega, inoltre, per quale motivo la terapia SCENAR non si limita soltanto ad attaccare il processo patologico attivo, ma provvede anche, nello stesso tempo, al miglioramento delle condizioni fisiche e psicologiche ed al ripristino della salute del paziente nella sua totalità.

Tutte queste qualità fanno davvero della terapia SCENAR l’elettroterapia ideale e ottimale a nostra disposizione e secondo la convinzione di un numero sempre maggiore di specialisti potrebbe diventare la tecnologia medica di punta del nuovo millennio. SCENAR è la brillante combinazione di tecnologia elettronica moderna e cure orientali. E’ questo il motivo per cui, al di là delle peculiarità specifiche, la terapia SCENAR si basa sugli stessi principi terapeutici fondamentali che hanno superato la prova dei secoli e la medicina tradizionale orientale. SCENAR è la prima terapia ad impulsi elettrici non invasiva, biologicamente guidata e dosata a livello individuale, un’elettropuntura elettronica energetico-informativa.

2019_principi

I principi

2019_principi_inside

Alla base dell’attività elettroterapeutica e in particolare dell’attività elettroterapeutica di SCENAR

si trova il meccanismo neuroadattativo dell’adattamento, che garantisce l’equilibrio dinamico dell’organismo umano tanto con l’ambiente circostante che con l’ambiente interno, l’omeostasi, ovvero lo stato di essere in salute.

La regolazione di tutte le funzioni vitali avviene grazie alla stretta connessione ed alla interazione tra sistema endocrino e sistema nervoso, i cui effetti vengono mediati attraverso il rilascio dalle cellule nervose di sostanze biologicamente attive chiamate neuromediatori (NM) – i neuromediatori classici – ammine (acetilcolina, noradrenalina, etc.) e amminoacidi (glutammina, asparagina, ecc.), che sono tipici delle fibre nervose spesse mielinizzate A e B ed hanno un effetto fisiologico chiaramente definito (rapido e breve); neuropeptidi (NP) – il gruppo di neuromediatori più grande e attualmente più importante da un punto di vista medico e fisiologico – endorfine, encefaline, neurotensine, bradichinine ed una gran quantità di altri tipi (più di 2000 in tutto).
I neuropeptidi sono i neuromediatori principali per le fibre C sottili, non mielinizzate, che risultano essere particolarmente difficili da eccitare (attivare). Queste fibre peptidergiche (che producono neuropeptidi) compongono la maggior parte (più del 70%) dei tratti nervosi.

La scienza contemporanea ha già provato in modo privo di ambiguità che

grazie alle loro proprietà specifiche (effetto di lunga durata, esteso nel tempo e nel luogo, formazione di catene e cascate regolative complesse per il controllo di funzioni fisiologiche multiple, potente effetto analgesico, ecc.) i neuropeptidi, farmaci endogeni propri del corpo umano, svolgono tutti i processi autoregolatori ed autoterapeutici volti al mantenimento ed al ripristino dell’omeostasi, ovvero lo stato / la condizione della salute dell’organismo.

E’ questo il motivo per cui lo scopo principale dell’elettroterapia è far sì che venga attivata la quantità maggiore di tessuto nervoso per il tramite dell’attivazione delle fibre C peptidergiche (che producono neuropeptidi), per avere come risultato il rilascio di una dose efficace di neuropeptidi, che sono necessari per aver ragione dei disturbi presenti nell’organismo.

Tale scopo può essere raggiunto solo fino ad un determinato livello con l’ausilio dei metodi convenzionali di elettroterapia:

– in seguito al carattere non fisiologico dei loro impulsi, per forma e durata, si ottiene principalmente una attivazione delle fibre A spesse, mentre è praticamente impossibile attivare le fibre C estremamente sottili senza il rischio di danneggiare il resto del tessuto.
– il processo di assuefazione dell’organismo a simili impulsi ha come effetto, in tempi relativamente rapidi, una diminuzione dei loro effetti terapeutici.

2019_cosescenar

Cos’è lo Scenar

IMG_6691

Scenar

è una abbreviazione tratta dal nome di una metodologia unica per l’influsso sul corpo umano e del dispositivo utilizzato a tale scopo.

Il tipo di azione svolta sull’organismo umano è la regolazione energetico-neuro-adattativa autocontrollante, mentre il nome del dispositivo è “regolatore energetico-neuro-adattativo autocontrollante”.

Self Controlled Energo-Neuro-Adaptive Regulator

Il dispositivo venne sviluppato come parte di un programma spaziale segreto dell’URSS. Lo scopo era quello di creare un dispositivo piccolo, portatile, a basso consumo energetico, ma, soprattutto, estremamente efficace, tale da poter tenere in perfetta forma la salute degli astronauti e far sì che non facessero uso della medicina standard – un regolatore non invasivo universale delle funzioni corporee. Basandosi sui principi della medicina tradizionale cinese – agopuntura e massaggio zonale a contatto – e sulle scoperte della moderna elettroterapia, SCENAR combina in modo brillante la tecnologia elettronica più avanzata con le antiche arti curative dell’Oriente. Tali scoperte sono valse agli autori i massimi riconoscimenti statali.

La scienza contemporanea

ha già provato in modo privo di ambiguità che grazie alle loro proprietà specifiche (effetto di lunga durata, esteso nel tempo e nel luogo, formazione di catene e cascate regolative complesse per il controllo di funzioni fisiologiche multiple, potente effetto analgesico, ecc.) i neuropeptidi, farmaci endogeni propri del corpo umano, svolgono tutti i processi autoregolatori ed autoterapeutici volti al mantenimento ed al ripristino dell’omeostasi, ovvero lo stato / la condizione della salute dell’organismo.

E’ questo il motivo per cui lo scopo principale dell’elettroterapia è far sì che venga attivata la quantità maggiore di tessuto nervoso per il tramite dell’attivazione delle fibre C peptidergiche (che producono neuropeptidi), per avere come risultato il rilascio di una dose efficace di neuropeptidi, che sono necessari per aver ragione dei disturbi presenti nell’organismo. Tale scopo può essere raggiunto solo fino ad un determinato livello con l’ausilio dei metodi convenzionali di elettroterapia:

– in seguito al carattere non fisiologico dei loro impulsi, per forma e durata, si ottiene principalmente una attivazione delle fibre A spesse, mentre è praticamente impossibile attivare le fibre C estremamente sottili senza il rischio di danneggiare il resto del tessuto.
– il processo di assuefazione dell’organismo a simili impulsi ha come effetto, in tempi relativamente rapidi, una diminuzione dei loro effetti terapeutici.

Scenar Academy- IT

email : scenaracademy.it@gmail.com

Responsabile didattico: Massimo Soffientini

Copyright 2018 © All Rights Reserved